Roma è da sempre una delle capitali dell’hip hop italiano. Innumerevoli gli artisti usciti dalle mura capitoline per arrivare ad un pubblico nazionale, così come innumerevoli i rapper che sono rimasti all’interno di quelle mura, circoscritti a rap da paese. Oggi parleremo con un talentuosissimo artista che fa parte della prima categoria o, quantomeno, ne farà parte molto presto. Un artista piombato sulla scena romana (e non) improvvisamente, con due video potentissimi (“Alcatraz” e “Guantanamo“) che hanno sconvolto e attirato l’attenzione di pubblico e critica. Il suo volto è coperto da una maschera anti gas e la sua identità è tutt’ora un mistero oscuro e disorientante, degno dei migliori Gialli. E’ data sapersi una sola cosa: in passato era un altro artista, con un nome differente. Ecco a voi l’HHT x 5: Junior Cally.

  • Spiegaci le tue origini come artista

Nasco a Roma, ho iniziato facendo le battle per Honiro; “magicamente” non arrivai mai alla finale. Persi con delle seghe stratosferiche, poi oh, magari erano più bravi. Da lì iniziai una carriera da solista, andata a puttane, e non conclusi mai nulla. Tutto questo fino a gennaio dove, dopo un periodo di stop, cambiai nome e, cosa più importante, indossai la maschera. Da quel giorno le cose sono cambiate e cambieranno sempre di più.

  • Cosa puoi dirci del tuo passato e del mistero che lo avvolge?

    Il mio passato da rapper come già detto non è di certo rose e fiori, anzi tutt’altro. Tuttavia sono felice che sia andata così, altrimenti non sarei mai diventato Junior Cally, quello che ho sempre sostenuto di essere.

  •  Spiegaci il concept attorno all’ultimo video

    Il concept del mio nuovo singolo “Guantanamo” fa riferimento (come “Alcatraz“) alla scena rap romana, un carcere dove se non lecchi qualche culo non vai da nessuna parte. Dove io, anche indossando una maschera, resto l’unico volto vero, senza dover leccare culi per ottenere dei risultati. Un po’ come in carcere il rispetto non puoi compratelo, però in compenso puoi ottenerlo ed è di gran lunga più soddisfacente.

  •  Con chi ti piacerebbe collaborare un giorno? Due nomi.

    In Italia mi piacerebbe collaborare con parecchi artisti, ad esempio mi sarebbe piaciuto collaborare con Highsnob, che poi per via del fato ha ascoltato la mia roba, ha apprezzato e tramite il videomaker con il quale collaboro ci siamo messi in contatto. Se devo dirti altri due nomi, te ne dico uno solo: LAZZA. Sono un suo fan sfegatato e secondo me io e lui insieme potremmo cacciare una roba veramente di spessore, ma purtroppo non lo conosco e non ho conoscenze per poter arrivare a parlarne. Come secondo nome non metto nessuno, altrimenti non darei importanza a molti altri, diciamo che due sono pochi.

  • Cosa uscirà di Junior Cally prossimamente?

    I primi di aprile uscirà “Arkham“, diretto da Alberto Basile, il genio dei video, con il quale collaboro spalla a spalla. E’ un fratello e insieme cercheremo di andare più in alto possibile, unendo le forze. In questo video avrò il piacere di avere Highsnob, sulla base prodotta da Jeremy Buxton. Non voglio aggiungere nient’altro. Highsnob legna di brutto, Jeremy non è da meno, Basile riprenderà il tutto ed io dirò la mia.