Guè Pequeno è fuori con “Gentleman”, un progetto molto atteso nell’ultimo periodo, disponibile su tutte le piattaforme digitali ed anche in due diverse versioni in copia fisica. Il disco è un percorso guidato dove l’ascoltatore può assaporare l’intera evoluzione di Guè: da tracce dal gusto caraibico ed estivo fino a brani più Trap che abbracciano la nuova scuola italiana.

Gué vuole come sempre fotografare il periodo storico che vive e le scelte nei featuring lo testimoniano: Sfera Ebbasta, Tony Effe, Laioung e Vale Lambo sono solo alcuni dei nomi che rappresentano la modernità italiana. Ma non è tutto, il rapper milanese si assicura di circondarsi de la crème de la crèmeMarracash, Luchè ed Enzo Avitabile ed esponenti di qualità di altri generi come El Micha. All’interno dell’album troviamo anche scommesse interessanti come Frank White, artista milanese, nell’ultimo periodo nell’orbita di Guè Pequeno. Per quanto riguarda i beat, il Guercio si è affidato a vari prodotturi, tutti di enorme qualità: Sixpm, Don Joe, Andry The Hitmaker, 2nd Roof, Mace, Phra, Charlie Charles, Sick Luke, Marz, D-Ross, Zef, Yung Snapp.

“Gentleman” è entrato a gamba tesa all’interno del mercato con un progetto che coinvolge ogni parte di Italia e non e che si candida ad essere l’album dell’anno. Guè, da vero Gentleman, ha fatto giocare la scena italiana fino ad adesso, ma è il momento che il maestro salga in cattedra.