Slava – SOVIET SQUAT [Prod. Finest Music] [video]

 

La consueta collaborazione tra il rapper Slava e Finest Music ha dato vita, oggi, a “Soviet Squat” una traccia dal sentimento fortissimo. Il rapper, che come suggerisce il nome ha origini dell’est Europa, ha celebrato la sua terra con un pezzo dall’impatto davvero forte sia per le liriche che per i suoni.

All’inizio ed in altre parti del pezzo Slava rappa nella sua lingua madre, parlando così ad un amico lontano, parlandogli della dura vita che condividevano nella loro terra. Le strofe sono in italiano e le parole arrivano senza troppi giri, il ragazzo ucraino ci parla delle sue radici, dei parenti e della seconda vita che ha trovato nella nostra penisola. “Soviet Squat” è un vero e proprio omaggio all’est Europa ed il suo popolo, che durante la storia ha subito molti soprusi ma che è rimasto comunque forte ed unito. Questo è un brano che parla di immigrazione, di cambiamenti di vita e di sofferenza; un pezzo in cui molte persone, che oggi abitano in Italia, possono rivedersi.

Finest Music ha lasciato un segno importantissimo con una partecipazione sopra le righe. “Soviet Squat” è un concentrato di suoni duri e martellanti, il rapper e i producer picchiano forte per tutta la traccia. Ma ci sono anche brevi momenti dove il beat si rilassa, dando modo a Slava di poter cambiare flow e timbro; possiamo sentirlo soprattutto nel ritornello.

Slava ha fatto un regalo ai fan che hanno la sua stessa storia (ma anche a chi non la ha, tramite un racconto realistico) a quelli che lo seguono da lontano ma soprattutto a se stesso, ricordando da dove è partito per poter visualizzare meglio l’arrivo.