La scena Hip Hop romana si districa tra mille influenze e contaminazioni rendendo quella capitolina una realtà ibrida, multiforme, ma soprattutto vivace. In questo enorme terreno fertile di musica e ispirazione regnano i quartieri, veri e propri bacini in cui nascono talenti e bandiere. Ad Acilia negli ultimi mesi si sta parlando di un nome, un rapper emergente molto interessante che ha intorno a sè un movimento dall’immaginario unico e ben marcato. Stiamo parlando della FIRM e di Decrow, che ha attirato l’attenzione di molti con i singoli: “Dimmi” e “Pakistano“.

    • Ciao Decrow! Sei piombato sulla scena Hip Hop come un fulmine a ciel sereno. Quanto lavoro c’è stato dietro la tua musica prima di uscire con questa forza?

      Ciao sono Decrow classe 1995 e vengo da Acilia, periferia romana, il culo del mondo! Lavoro la mia musica giornalmente. Ho cercato di chiudere questo 2017 con pochi brani ma d’impatto per far parlare di me e presentare alla gente il mio mondo. Ma le vere sorprese ci saranno nel 2018!

    • MH FIRM più che il tuo collettivo sembra essere una curva di hooligans. Oltre a questo immaginario comune, però, ognuno di voi sembra avere un mondo unico e particolare. Nel tuo si respira anarchia, spiegaci la cosa.

      La FIRM è la mia seconda famiglia. Non ci chiamiamo Firm perché andiamo allo stadio, in realtà nessuno di noi ci va. Io per esempio ho smesso di andarci da tempo! Cerchiamo di riportare gli ideali degli Hooligans nella nostra musica. La fame, l’amore per il quartiere di appartenenza, lo spirito di famiglia e il rispetto per le persone che amiamo (per i propri GANS!). Un hooligan è colui che si fa il culo durante la settimana per campare la sua famiglia e il fine settimana va a sfogarsi allo stadio! Ognuno di noi poi ha le sue caratteristiche. La mia curva non ha regole, è quella che fa invasione di campo. Mi ispiro a concetti anarchici. I miei Gans in curva possono stare anche nudi! Sti cazzi di quanto costano i vestiti. Non seguiamo le mode, le creiamo, abbiamo il nostro stile. Quella di Ted Flanker è la più scontrosa. Quella di JBarton racconta il dietro le quinte. Ti spiattella in faccia il perché il fine settimana è uno sfogo!

      • “Dimmi” ha dimostrato la tua capacità di creare ritornelli potentissimi e “Pakistano” ha mostrato le tue skills nelle strofe. Qual’è il tuo vero punto forte?

        Studio ogni parte del brano come fosse un ritornello. O meglio ancora come fosse un vero e proprio coro da stadio. Il ritornello di “Dimmi se lo cantassero diecimila persone con le braccia alzate e battendo le mani a tempo in curva avrebbe lo stesso effetto di un coro. Il mio punto forte è questo, voglio far gridare la gente! I GANS devono urlare!

    • Qual’è il background di Decrow, da dove nasce questa rabbia?

      Come ti ho detto vengo da Acilia che è veramente “il culo del mondo”! Uscendo in quartiere già in età giovanissima vedevo e vivevo situazioni che alla mia età non erano proprio consone. La musica però ha fatto in modo che nel giusto momento pensassi ad altro. Le cazzate le ho fatte eh, però come le hanno fatte in tanti! Ma grazie alla musica e alla mia famiglia soprattutto mi sono fermato nei momenti giusti. Questo è il motivo per il quale non elogio la criminalità nei miei cori ma la denuncio. Non dirò mai quanto è fico portare uno zaino pieno di cose che neanche sai per qualche spiccio. Dirò sempre di non farlo mai! Tanto la fame si può sfogare in milioni di altri modi.

    • Cosa dobbiamo aspettarci dal futuro? Quali sono gli obbiettivi per il futuro?

      L’obbiettivo principale è creare la curva più grande d’Italia! Voglio far innamorare la gente del posto in cui vive, della propria famiglia, dei propri amici, non delle cose futili come può essere una collana o una borsa, ma delle cose vere. I GANS devono apprezzare le cose che hanno intorno tutti i giorni. Quelle che ci saranno sempre.
      Voglio fare il mio primo live, l’obbiettivo è quello. Voglio la mia curva sotto il palco che grida a squarciagola i miei cori. E mia madre nel back che piange per tutti i sacrifici ripagati! Il 2018 sarà un anno pieno di sorprese per ora non svelo nulla. Seguite bene i profili Instagram, sarà il fuoco! Presto la gente smetterà di elogiare la finta appariscenza di una collana o di qualche droga strana e inizierà a pensare alle cose che ama davvero. Nessuno ha mai lanciato un messaggio come il mio. Soprattutto in questo momento. Sto per fare invasione di campo!