Il padrino della Drill Music, Chief Keef, torna dopo due anni da “Bang 3” con un nuovo album: “Dedication”; disponibile su Spotify. In questo anno Sosa, come ama chiamarsi, ha rilasciato una moltitudine di progetti, partendo col piede giusto già dal 1 Gennaio con “Two Zero One Seven”, come ad augurare alla sua Chicago un buon 2017.

“Dedication” lascia le sonorità più tranquille di “Thot Breaker” e riprende la falsa riga che segue da “Finally Rich” quando nel 2012, all’età di 17 anni, pubblicava la pietra miliare del genere. Il rapper ha settato quindi da subito l’asticella molto in alto e non è facile ogni volta ripetere il capolavoro che molti si aspettano, ma Chief Keef è capace di stupire anche in questo progetto.

Tracce come “Mailbox”, “Negro” e “Kills” rimarranno negli annuari delle hit di Keef; seppur diversi tra loro questi tre pezzi si uniscono in un immaginario che il rapper non ha mai abbandonato. Una moltitudine di suoni e di flow all’interno di questi 15 brani, distribuiti su 45 minuti che riescono a scorrere bene seppur Chief Keef sia l’unico protagonista, o quasi.
In “Dedication” infatti troviamo solamente tre nomi: Tadoe, compenente della solita gang, la GloGang, che appare in “Bad” e “Let Me See”. A Boogie Wit da Hoodie, un dei rapper selezionati dal magazine XXL come Freshman del 2017, compare nella traccia “Glory Bridge”, uno degli estratti dell’album. Ultimo ma non per importanza l’internazionale Lil Yacthy che con la canzone “Come On Now” prende posto nell’album di Chief Keef.

Il rapper di Chicago ci ha tenuto compagnia per tutto questo 2017 e opta per “Dedication” come ultimo capitolo di quest’anno. La scelta fatta da Chief Keef è ottima, non potete non ascoltarlo.