La scena Hip Hop italiana è in continua crescita. Questa è forse la frase che abbiamo ripetuto più volte negli ultimi mesi, quasi allo sfinimento, ma d’altra parte è un dato di fatto. La svolta è finalmente arrivata e con un ritmo più che sostenuto, i confini con paesi un tempo inarrivabili come America, o dando un occhio vicino a noi, Francia e Germania si stanno sempre più assottigliando.

Certo, il lavoro da fare è ancora moltissimo. I paese citati poco fa sono infatti più avanti di noi, ma passo dopo passo la strada da percorre si sta accorciando ed il pubblico italiano, sta scoprendo nuovi talenti ogni giorno. Al pari degli USA infatti, dove ogni poco sbuca un nuovo fenomeno e dal nulla riesce in breve tempo ad ottenere risultati importanti e concreti, anche in Italia stanno cominciando ad esplodere artisti uno dopo l’altro.

Oggi vogliamo parlarvi di una figura che sta andando davvero forte nell’ultimo periodo. Sulla mappa devi cercare Vicenza e ultimamente gira spesso anche a Roma, in compagnia di una certa Dark Polo Gang che l’ha reclutato sotto 777 Entertainment. Con la sua hit “Guarda come flexo” sta spopolando ovunque e da tutto lo stivale lo stanno pompando: stiamo parlando ovviamente di MamboLosco. Vediamo di conoscerlo meglio e di approfondire quelli che sono i suoi tratti distintivi.
MamboLosco, il rapper vicentino che sta spopolando con al sua hit "Guarda come flexo"
MamboLosco come appena detto è un rapper vicentino, anche se sulla sua carta d’identità c’è una mezza cittadinanza americana. Mambo infatti parla molto bene sia l’italiano che l’inglese e questa è una particolarità che nella musica, come vedremo più avanti, sa sfruttare molto bene.

I primi video ad essere caricati sul suo canale Youtube sono stati “Mama I did it again” e “Come se fosse normale”, il primo in collaborazione con Luscià ed il secondo con Nashley. È raro che Mambo si presenti solo sulla traccia, spesso ad accompagnarlo ci sono altri rappers, per lo più membri o affiliati del collettivo Sugo Gang di cui lui stesso fa parte. Dicevamo di “Mama I did it again” e “Come se fosse normale”: la prima traccia vede un MamboLosco rappare esclusivamente in americano, mentre nella seconda usa solo l’italiano. In ambo le lingue il vicentino non ha problemi a spaccare, riesce a muoversi sulla strumentale con disinvoltura, destreggiandosi benissimo in entrambi i casi. Per capirci, non è solo un fatto di conoscere bene due lingue, piuttosto si tratta di aver il senso del ritmo e della composizione in due idiomi differenti.

Le qualità messe in luce in questi due primi brani, e nel successivo singolo solista “Giovanotti”, hanno subito attirato l’attenzione attorno alla sua musica. MamboLosco d’altra parte è un rapper che non passa inosservato. I suo pezzi trasudano attitudine e freschezza, oltre che una forte nota di disinvoltura nel fare questo genere. C’è poi da dire che questo è un artista dal ritornello facile. Ogni sua traccia, aldilà del livello molto alto delle strofe, vede ritornelli forti e ben riusciti, capaci di rimanerti in testa per giorni e giorni.

Come dicevamo, fresco dei brani “Mama I did it again”, “Come se fosse normale” e “Giovanotti”, in molti hanno cominciato ad interessarsi alla sua musica. Anche noi del resto siamo rimasti stregati dal talento di questo ragazzo, al punto di proporgli un’esclusiva per il canale Youtube “HipHopTender.com”. Da buon americano, Mambo ha accettato e il 6 Maggio è uscito “Cristiano Romambo parte 1” in collaborazione con Lama: il singolo è un banger istintivo, caratterizzato tra l’altro da un ritornello in americano di alto livello.

Dopo questi quattro brani, è il turno dell’uscita di “Mille Giri” in collaborazione con Lil Lagio. Questo è per così dire l’ultimo singolo prima del salto, perché i due pezzi che succederanno avranno un seguito ben maggiore. Nulla da togliere ai lavori precedenti, come accade a tutte le giovani promesse da un giorno all’altro arriva la svolta che ti si riversa addosso tutto l’hype del caso. Questa svolta arriva con le tracce “Me lo sento” (feat. Nashley) e soprattutto “Guarda come flexo” (feat. Edo Fendi), entrambe molto spinte sia sul tubo che su Spotify. Le qualità di Mambo che abbiamo già enunciato rimangono intatte, certo si sono affinate col tempo, ma il suo modo di fare musica è quello. Come sempre i punti di forza rimangono la sua scioltezza sulla strumentale, il suo slang e ovviamente i suoi potenti ritornelli.

Se pur i video siano sempre stati ben curati, il recente upgrade qualitativo ha contribuito a tenere il passo con la sua crescita mediatica, così come le produzioni sempre più in linea con l’immaginario-Mambo. La formula rimane la intatta, ma con dei piccoli accorgimenti il risultato è nettamente migliore, con il ritornello di “Me lo sento” a fare da profezia:

Mi chiamano e chiedono “Mambo cosa stai facendo?”, dammi un beat che te lo accendo, me lo sento me lo sento, che stiamo salendo, che stiamo salendo, che stiamo salendo, ce la stiamo facendo

Questo improvviso successo ha permesso a Mambo di farsi conoscere un po’ in tutta Italia, tra gli ascoltatori più attenti del Rap italiano. Anche il suo collettivo Sugo Gang, in particolare Edo Fendi, ha meritatamente acquistato notorietà e l’eco della loro freschezza è arrivato anche nella capitale. I retroscena non li sapremo mai con certezza, ma piano piano i nomi di Mambo e Fendi hanno cominciato a circolare nelle storie della Dark Polo Gang. Tony ed il resto della Gang un giorno si pompavano “Guarda come flexo”, un giorno “Me lo sento”, fatto sta che all’improvviso ce li siamo ritrovati tutti riuniti nella Trap House segreta di Roma.

Da quel momento ad ogni storia targata DPG o Sugo Gang usciva fuori qualcosa di nuovo. Su tutte le news che sono trapelate, due hanno senza dubbio una rilevanza importantissima. La prima, confermata ufficialmente pochi giorni fa, è l’ingresso in 777 Entertainment di MamboLosco e Edo Fendi. I due giovani sono i primi artisti a firmare con l’etichetta del collettivo romano, un riconoscimento prestigioso che testimonia l’importanza del lavoro svolto in questo 2017. La seconda news, ancora in attesa di un’ufficialità, è il feat tra Tony e lo stesso Mambo su produzione di Sick Luke. Per saperne di più dovremo con ogni probabilità aspettarne l’uscita, ma le Instagram Stories sono già abbastanza chiare.
MamboLosco e Edo Fendi firmano per 777 Entertainment
Tutto questo è successo nel giro di pochi mesi, “Mama I did it again” uscì infatti lo scorso Febbraio 2017, meno di un anno fa. Dopo i brani sopra enunciati sono seguite alcune collaborazioni con la Sugo Gang, come “420” e “Soldi e vestiti di marca”, due pezzi che hanno mantenuto l’hype costante attorno a questo nome. Ma ad ogni modo, MamboLosco è riuscito in un lasso di tempo molto breve a creare una base solida su cui poter costruire il proprio futuro.

Del resto parliamo di un artista dai molteplici colpi in canna. Uno che ad ogni pezzo ha dimostrato di saperci stare in questo gioco, dando prova di sostanza e qualità. La wave americana Mambo l’ha presa e fatta sua, rivisitandola in una chiave personale intrigante e di alto livello. Con la disinvoltura di chi si destreggia in questi campi da tempo, questo artista ha cacciato una hit dopo l’altra, tra ritornelli impeccabili e flow glaciali. La svolta finalmente è arrivata, con l’ingresso insieme ad Edo Fendi in 777 Entertainment che gli darà la giusta visibilità. Nel frattempo “Guarda come flexo” sta già girando tutto lo stivale: da Nord a Sud l’Italia balla il MamboLosco.

 

by Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su Facebook, Instagram e Youtube.