Il 2018 si è aperto alla grande col rilascio di “Sick Side”. Il nuovo tape della Dark Polo Gang aleggiava da tempo nell’aria, visti i molteplici spoiler che Side e Luke avevano lanciato sui social, ma mancava ancora una data ufficiale di uscita. Poi improvvisamente, nel giro di 24 ore, il collettivo romano ha messo tutti i pezzi del puzzle al loro posto, pubblicando cover, tracklist e tutto il dovuto per un rilascio lampo. Scattata la mezzanotte di Venerdì 5“Sick Side” è sbarcato ovunque in formato streaming e digitale: 11 singoli interamente prodotti da Sick Luke, che come sottinteso nel titolo, vedono performare Dark Side al mic.

Dopo più di due settimane di ascolti, siamo qui ad analizzare quelli che secondo noi sono gli aspetti più rilevanti di questo tape, un progetto che se pur rilasciato ad inizio Gennaio, è già candidato ad essere il Mixtape dell’anno.

Dopo un 2017 segnato dalla consacrazione della Dark Polo Gang (vedi “Twins” disco di platino e le molteplici date sold-out sia in Italia che all’estero) un rilascio improvviso come quello di “Sick Side” ha senza dubbio il suo fascino. Super hyppato da mesi, Dark Side e Sick Luke hanno deciso di pubblicare il tape senza troppi preamboli, una scelta molto americana, che contribuisce a dare un sapore street e veritiero al progetto. Questo primo aspetto è tra i tanti fondamentali di “Sick Side”, perché denota anche la necessità di voler esternare il contenuto di questi 11 pezzi, fregandosene un attimo delle dinamiche esterne.

“Sick Side” infatti non è solo un ottimo progetto dal punto di vista musicale, con un Side in splendida forma e un Sick Luke super ispirato, ma è anche un mixtape dalla potente umanità e genuinità. In molti pezzi Side ribadisce il suo legame di sangue con la strada ed il quartiere, dichiarando amore eterno alla Dark ed a tutta la sua famiglia, mettendosi più volte a nudo davanti al microfono. “Sick Side” arriva dopo un momento buio per Side, lui stesso lo ha voluto esplicitare sui social, ed è in brani come “Intro” o ancora “Luxory” e “Fantasmi” che si percepisce questo malessere, accostato dal controverso rapporto con droghe e soldi.
Dark Side è fuori dal 5 Gennaio con Sick Side, mixtape interamente prodotto da Sick Luke
Questo aspetto introverso del mixtape è senza dubbio quello che ha più stuzzicato l’interesse del pubblico, ma “Sick Side” ha tante altre facce degne di nota. Come in tutti i progetti della Dark Polo Gang infatti, i featuring interni al collettivo non mancano mai e allora ecco che nella tracklist figurano anche Tony, Wayne e Pyrex, oltre all’affiliato del collettivo Hermit G.

In “Fuck Gosha” Tony tira fuori tutta la sua ignoranza, chiudendo la strofa con una delle frasi più ripostate dal pubblico: “tua madre vorrebbe me come figlio”. In “Cheesecake” invece, Side e Wayne proseguono su quel filone happy e catchy già intrapreso precedentemente con singoli come “Caramelle”, dimostrando di poter spaziare tra più sonorità. Mentre Pyrex, a questo giro presente con la firma di Prynce, spicca tra i toni cupi di “Amorevole” con una super strofa ed un ritornello ipnotico.

Come in tutti i progetti targati 777, anche in “Sick Side” non poteva mancare la hit, il banger pronto a suonare da Nord a Sud in tutti i club. Stiamo parlando ovviamente di “Maradona”, il brano che più è stato apprezzato dal pubblico, quello che più sta volando sulle varie piattaforme. Accanto a “Maradona” e tutti gli altri brani citati, si inseriscono poi tracce più ricercate e sperimentali come “Lullaby” e “Fiori d’erba”, con quest’ultima che vede la collabo di Hermit G.

Questa varietà di suoni unita ad un genuino valore contenutistico ha soddisfatto le più svariate fette di pubblico, permettendo al tape di fare ottimi numeri. In molti tra fan, artisti ed addetti ai lavori hanno ripostato il disco, apprezzando il lavoro e la sperimentazione intrapresa da Side e Sick Luke. Ad oggi “Maradona” viaggia sopra i 2 milioni e mezzo di stream, restando ben salda in Top 50 Italia, seguita da “Amorevole” e “Fiori d’erba” entrambe sopra il milione di riproduzioni. Se pur senza in-store e copie fisiche, il progetto è andato e tutt’ora sta andando molto bene.

Fin dalle prime tracce emerge un Dark Side in grande spolvero, con punchlines significative che catapultano l’ascoltatore nel suo immaginario. Ogni strofa regala vibrazioni forti portate all’esaltazione dalle produzioni di Sick Luke. Quest’ultimo dimostra ancora una volta il suo spessore, rinnovando ulteriormente il suond della Dark rimodellando quello che è progetto del ritorno alle origini, con un occhio al futuro. La necessità di esternare le proprie vibes, crea nel tape un perfetto feeling tra i due, senza dubbio un fattore a vantaggio della riuscita finale.
Sick Luke ha prodotto tutte le 11 tracce di Sick Side
Nel complesso, Side e Luke sono riusciti a creare un progetto sentito e sincero, un tape passionale che ad ogni pezzo regala emozioni forti e decise.Il 2018 è appena iniziato, ma da Rione Monti potrebbe essere già arrivato il Mixtape Trap dell’Anno: “Sick Side”.

by Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube