Nel giro di un anno ha creato attorno a sé un vero e proprio esercito di affiliati. In dodici mesi ha scalato le classifiche di Youtube e Spotify, collezionando una serie di numeri e record importanti. Nell’arco di questo tempo è riuscito a sbarcare in tv e non sull’emittente televisivo di paese, ma su Canale 5, la notte di Capodanno. Questa è la straordinaria scalata di Junior Cally, l’enigmatico rapper dalla maschera antigas che sta stregando il pubblico del Rap italiano. Un passato misterioso ed un presente raggiante: ripercorriamo passo dopo passo l’ascesa del rapper romano dalle milioni di views.
Junior Cally, l'enigmatico rapper dalla maschera antigas
Tutto comincia ad inizio 2017, quando Junior Cally pubblica su Youtube il video di “Alcatraz”, a cui seguirà poco dopo “Guantanamo”. Già dalla scelta dei titoli, ispirati entrambi a due delle prigioni più famose al mondo, emerge il fare provocatorio dell’artista romano. Questo è senza dubbio uno dei punti fermi della sua musica, che fin da queste prime uscite colpisce nel segno attirando l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori. Provocazione, rabbia, ma anche talento e professionalità, Junior Cally fin da subito propone un progetto chiaro e ben delineato, non sgarrando affatto nel realizzarlo.

Dal punto di vista musicale i suoi brani suonano bene ed allo stesso tempo appagano come contenuti. Il fare provocatorio e rivoluzionario esalta gli ascoltatori, che si riconoscono nelle sue punchlines e ne percepiscono la vicinanza. Per quanto riguarda invece la sua immagine, il suo volto è coperto da una maschera antigas, una scelta che punta ad incentrare tutto sulla musica e non sul trucco e parrucco. D’altro canto, il mistero sulla sua identità suscita interesse, un fattore che gioca a favore dei suoi brani. E poi c’è il lato video, che già in “Alcatraz” e “Guantanamo” vede la regia di Alberto Basile. L’affinità artistica che si instaura tra Cally e il videomaker contribuisce alla buona riuscita del progetto, consegnando al pubblico un prodotto visivamente ottimo fin dagli esordi.

È proprio grazie ad Alberto Basile che Junior Cally e Highsnob si conoscono. L’ex membro dei Bushwaka apprezza i singoli pubblicati dal rapper romano e spinti dalla stessa fotta, i due decidono di collaborare insieme. Il 27 Marzo esce su Youtube “Arkham”, traccia esplosiva nella quale i due artisti rimarcano il loro essere indipendenti, uno status dove ogni risultato è figlio dell’impegno e non degli agganci. “Arkham” permette a Junior Cally di rompere i confini romani e di farsi conoscere anche all’infuori della capitale. Gli ascoltatori più attenti cominciano a far girare i suoi brani e il suo nome inizia comparire tra quelli degli emergenti più caldi.

Le successive uscite “Pussy”, “Regolo 50” e “Cally Whale”, singoli spalmati tra Maggio e Giugno, insieme alla collabo con il sempre lungimirante Dr. Cream in “Regola 1”, continuano a far aumentare l’hype attorno a Junior Cally. L’artista romano colleziona via via numeri sempre più soddisfacenti, allargando a vista d’occhio la propria fetta di pubblico. La sua figura è in costante aumento di popolarità, un risultato certamente merito del suo progetto musicale, ma anche del suo sapersi muovere sui social creando un legame sincero, trasparente e passionale con la propria fanbase. Proprio in virtù della sua indipendenza, Cally spinge forte la sua musica su Instragram dove instaura un rapporto quasi viscerale con i fans. In questo senso è fondamentale il lavoro che il rapper svolge in estate, dove riesce a tenere il pubblico sull’attenti pur non rilasciando alcun singolo, annunciando il suo ritorno per inizio Settembre.

Il 5 Settembre esce su Youtube “Strega”, title-track e primo brano estratto del suo futuro progetto. È questa la prima svolta vera e propria: l’hype costruito nei mesi estivi dà i suoi frutti e il video vola decisamente alto. Il termine emergente comincia a stargli stretto e la conferma arriva il mese successivo, quando è il momento della seconda svolta, quella definitiva. Esce su Youtube “Magicabula”, il brano del salto tra i grandi, se non come esperienza, senza dubbio come numeri. Il singolo bissa quanto successo con “Strega” e ad oggi vanta quasi 4 milioni di views su Youtube e pensate, all’esordio assoluto su Spotify, la traccia ha collezionato circa 5 milioni di streaming. La sintonia artistica col producer Theodor Malkova e con Alberto Basile si fa sempre più prolifica, a conferma della qualità del progetto Junior Cally.

Arrivano le prime ospitate, la prima su Hip Hop Tv, col rapper romano che si ritrova fuori dagli studi un bel po’ di pubblico ad aspettarlo e la seconda su Canale 5, la sera di Capodanno. Quest’ultimo è senza dubbio un risultato incredibile, in virtù soprattutto del poco tempo in cui è stato raggiunto. Sopra il palco dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, Cally è ospite di Gabry Ponte col quale presenta l’inedito “Quando arrivo io”, brano di cui è uscito anche il video ufficiale oggi. Festeggiato l’arrivo del 2018, c’è ancora tempo per tornare su Hip Hop Tv e presentare la nuova traccia con Highsnob “Wannabe”. Neanche un anno dopo “Arkham”, i due si trovano nuovamente a collaborare insieme ed è qui che si evince in maniera più netta l’ascesa del rapper romano: dal quel 27 Marzo ne sono cambiate di cose.
Junior Cally, l'enigmatico rapper dalla maschera antigas
Ad oggi la scalata si è fermata qui, ma presto ripartirà con nuovi singoli ed il papale album d’esordio. Nel giro di un anno Junior Cally è riuscito a costruire un impero con le proprie mani, giocandosi al meglio le proprie carte e valorizzando i suoi ideali musicali e di vita. In dodici mesi ha spaccato in due Youtube e Spotify senza un’etichetta alle spalle. Nell’arco di questo tempo è passato dalla prigione di Alcatraz, alla libertà in diretta nazionale su Canale 5. Cosa gli riserverà il 2018? Visto quanto fatto nel 2017, sarà lui a deciderlo.

by Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube