Eccoci arrivati al secondo appuntamento del 2018 col Rap francese. Seppur Febbraio sia il mese più corto dell’anno, le uscite sono state davvero molte, tra album, video e tante news interessanti. Questi 28 giorni hanno confermato il continuo mutare della scena Hip Hop francese, tra nuove star che stanno prendendo il volo e annunci di ritorni super attesi. Come da tradizione, partiamo con tutti i migliori album rilasciati questo Febbraio.

Tempo due giorni, che già in data Venerdì 2 veniva pubblicato l’album del mese. Stiamo parlando di Vald e del suo disco “XEU”, senza dubbio l’uscita più rilevante e prolifica di questo Febbraio. A poco più di un anno dal platinato progetto “Agartha”, Vald ritorna in scena proponendo 17 tracce inedite con i featuring di Sofiane, Sirius e Suikon Blaz AD. Come rimarcato dagli ascoltatori e dagli addetti ai lavori, la vera magia del progetto sta nelle punchlines, punto di forza del rapper classe ’92. Ne abbiamo selezionata una per voi, opportunamente tradotta così da poterne apprezzare le sfumature:

J’emmerde les ordres, j’aime pas les coloris du treillis
C’est quoi l’pouvoir quand l’Président, c’est la plus Grande salope du pays ?

Me ne frego degli ordini, non amo il colore dell’uniforme
Cos’è il potere quando il presidente è la più grande puttana del paese?

“XEU” non ha solo soddisfatto il palato del pubblico, ma ha anche entusiasmato in quanto a risultati ottenuti. Solo nella prima settimana il rapper ha venduto ben 42.909 copie e ad oggi ha praticamente già portato a casa la certificazione di disco di platino. A constatare il gran successo del progetto ci sono anche i dati di Spotify: ad un giorno dall’uscita di “XEU”, le prime posizioni della Top 50 France erano occupate da 16 dei 17 brani del progetto. Insomma risultati davvero ottimi per il rapper di d’Aulnay e pensare che la copertina dell’album è semplicemente un foglio bianco.

L’altro progetto molto atteso di questo Febbraio è stato il tape d’esordio di YL. L’artista franco-algerino ha pubblicato infatti “Confidences”, un progetto da 17 tracce anticipato dagli estratti “Mon barrio”, “Fruit d’mon epoque” e “Vai Nova”. All’interno sono presenti alcuni dei nomi più caldi del momento, da Ninho a Sofiane, passando per Alonzo e Soolking, senza dimenticare Jul e Niro. Il mixtape è stato rilasciato per Def Jam France e nel giro di una settimana ha ottenuto dei buoni risultati, con 14.521 copie vendute. In più, le varie tracce sono state presentate in anteprima ai microfoni di Skyrock, dove, con vari ospiti, YL ha infuocato lo studio radiofonico. Ecco un piccolo video di quanto successo.

Febbraio ha visto poi altri tre album degni di nota. Lorenzo ha pubblicato infatti “Rien a branler”, disco da 14 tracce che contiene il successo “Fume a fond” (singolo di platino). In quanto a produzioni, il rapper di Rennes si è affidato a Junior a La Prod e Le Motif, nomi che hanno lavorato con tanti big della scena Rap francese. Sono inoltre stati pubblicati “New Ventura” e “Saitama”, rispettivamente il primo album solista di Tortoz e il nuovo progetto del parigino Volts Face.

Ma passiamo ai video rilasciati questo mese. Come sempre abbiamo selezionato per voi le uscite più rilevanti, omettendo a malincuore qualche artista. Potrete comunque ritrovarli nei successivi episodi di “Le migliori uscite del Rap francese nel mese di” o sfogliando le precedenti edizioni.

Naps ha aperto il mese rilasciando la clip di “Recherche”, singolo che anticipa il suo nuovo album “A l’instinct” in uscita per il prossimo 9 Marzo. Come il rapper marsigliese, anche il giovane Remy ha annunciato un nuovo progetto, a questo giro previsto per il 23 Marzo. Fuori per Def Jem, il disco s’intitolerà “C’est Remy” e ne è già disponibile il video estratto “Rappelle-toi”. E continuando su questa falsa riga, in vista del suo debutto discografico annunciato per Maggio, la nuova stella del Rap Francese Moha La Squale ha sorpreso tutti col corto di “Bandolero”, traccia presente nel suo album d’esordio.

Dopo varie esibizioni tra radio e programmi tv, su tutte quella al talk Salut les Terriens, Sofiane ha pubblicato il video di “Lundi”. La traccia è destinata ad essere il pezzo traino del suo progetto “Affranchis”, tanto da collezionare 8 milioni di views in neanche due settimane. Altro grande successo del mese è stato il video di “Diarabi”, singolo di Kaaris estratta da suo album “Dozo”, che ad oggi è il brano più pompato nei club francesi secondo i dati ufficiali. E sempre in quanto a hit, questo Febbraio sono state rilasciate anche le clip di “Koussi koussa” e “Trapstar”, rispettivamente di Kalash feat. Niska e Leto.

Altre importanti uscite sono state quelle di Siboy con “Special”, Hornet La Frappe con “Boca”, senza dimenticare “Gotham” di Le M, “Chivas” di Timal e “KFC” di Dosseh. Ma non solo, perché questo Febbraio ghiacciato ha visto altri video rilevanti: La Fouine “Comme en 96”, Medine “Venom” e Orelsan “Defaite de famille”, quest’ultimo super cortometraggio col rapper che interpreta ben 27 personaggi diversi.

Per chiudere la parentesi video, vi segnaliamo il ritorno di Gradur con “Sheguey 12” e la nuova proposta SKG con “Casa de Papel”, entrambe clip ispirate al telefilm spagnolo “La casa di carta”, nuova influenza che si sta diffondendo a macchia d’olio in terra francese. E sempre in tema serie tv, questo mese Lacrim ha rilasciato gli episodi conclusivi della seconda stagione di “Force & Honneur”, lasciando presagire ad un imminente terzo capitolo.

E passiamo ora alle notizie appetitose di Febbraio, tra news, indiscrezioni e quant’altro. Tante delle voci circolate nei mesi precedenti hanno trovato conferma ed ecco allora l’annuncio che tutti aspettavano: Damso pubblicherà il 15 Giugno “Lithopedion”, il suo nuovo album ufficiale dopo il successo pazzesco ottenuto con “Ipseite”. Non solo, perché sempre rifacendoci ai big della scena Rap francese, SCH ha svelato il mistero creatosi attorno al suo futuro: il rapper marsigliese ha ufficializzato il passaggio in Rec 118, label di casa Warner che vanta nel suo roster Ninho, Hornet La Frappe, Soprano, Hamza, Kpoint, Sadek, Da Uzi e Leto.

Resta invece sospesa la questione PNL, che sui social hanno lanciato un interessante enigma. I fan più accaniti si sono spremuti per risolverlo, con soluzione comune l’uscita del terzo album del duo in data 2 Marzo. La situazione ha preso però una piega diversa e ad oggi resta ancora un mistero quando sarà fuori il progetto, super atteso in Francia e non solo. Chiarissimo è stato invece PLK, che a qualche mese di distanza dal tape d’esordio “Tenebreux”, tornerà il prossimo 30 Marzo col nuovo album “Platinum”. Come da copione, super cover a cura del fotografo Koria.
PLK rilascerà il prossimo 30 Marzo Platinum. Cover a cura di Koria
Tra le altre news calde del mese, abbiamo il passaggio di MHD su BBC Radio, prima volta che un rapper francese finisce su questo emittente. Tra l’altro il King dell’Afro Trap ha da poco rilasciato un beve EP contente 4 remix, tra cui figura la traccia “La Puissance” riadattata dai Major Lazer. Come MHD, anche Alonzo ha firmato con Puma, diventandone ufficialmente un ambassodor questo Febbraio. Sempre in tema di notizie hype, Moha La Squale ha finalmente annunciato il suo primo Tour ufficiale, dopo la data zero sold-out a La Maroquinerie di Parigi.

Chiudiamo con il grande avvenimento del mese: la 33esima edizione de Les Victoires de la Musique, manifestazione in cui sono premiati i migliori artisti dell’anno passato. Un po’ con la stessa metodologia degli MTV EMA, gli artisti candidati ad ogni categoria vengono annunciati in anticipo, per poi essere premiati o meno nel corso della cerimonia. Il Rap ha sbancato tutto portando a casa ben cinque dei dodici premi a disposizione, con Orelsan che ha segnato un’importante tripletta di certificazioni. Appena sotto di lui il duo Big Flo & Oli e MC Solaar, entrambi con un premio all’attivo.
Orelsan con i suoi premi a Les Victoires de la Musique
Non è stato tutto rose e fiori come sembra però, perché come al solito anche questa edizione ha lasciato strascichi e polemiche pesanti. La mancata candidatura di nomi come Damso, Niska o altri artisti di questo filone, ha fatto avanzare ipotesi di razzismo non indifferenti. Del resto i tre nomi in lizza per il premio di “Miglior artista mascolino del 2017” erano tutti di pelle bianca. Ognuno faccia le sue considerazioni, certo è che pure Orelsan, nonostante i tre premi all’attivo, ha dovuto subire critiche non indifferenti per via della sua penna molto diretta.

Noi intanto vi diamo appuntamento al prossimo mese, pronti a spostarci verso mesi più caldi e le prime hit estive.

By Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.