Dolcenera continua a far parlare di sé. Dopo aver sorpreso tutti verso inizio 2018, quando pubblicò una cover nella nota hit “Caramelle” della Dark Polo Gang, la cantante ha rilasciato tra Febbraio e Maggio altri quattro brani Rap rivisitati. Il tutto è culminato con la pubblicazione della raccolta “Regina Elisabibbi”, uscita lo scorso Venerdì su Spotify. Se inizialmente la vicenda era stata presa più sul ridere, che come un qualcosa di serio, recentemente alcuni esponenti della scena hanno voluto dire la propria.

Già nel 2016, a seguito della pubblicazione di “Santeria” e in particolare della traccia “Cantante italiana”, in cui Dolcenera veniva citata, l’artista pugliese ebbe un dibattito Twitter con Marracash. Tutto scaturì a seguito di una barra del rapper milanese, che nel brano canta “Beh Dolcera è un gran bel pezzo, non ci faccio un pezzo”.

Tutt’altra vicenda è quella che vede coinvolti Nitro e Mondo Marcio. In maniera pacata i due si sono esposti sul topic Dolcenera, dicendo la propria via Instagram Stories. Entrambi ritengono che una cantante con alle spalle uno storico come il suo, tra successi discografici e tour molto soddisfacenti, non abbia bisogno di pubblicare cover su YoutubeMondo Marcio l’ha definita una click bait queen, mentre il rapper di “No Comment” si è limitato a proporle ironicamente un feat.


Fatto sta che la trovata cover ha nettamente ridato visibilità a Dolcenera, per qualche anno scomparsa dai radar della musica italiana. La serie iniziata con “Caramelle” e proseguita in ordine con “Sciroppo”, “Cupido”, “Non cambierò mai” e “Mmh ha ha ha”, le ha consegnato un nuovo pubblico, quello dei giovani ascoltatori del Rap italiano. Da qui la sua ospitata a Radio Deejay con Wad Caporosso, quella su Hip Hop Tv e ancora la collaborazione con Noisey in occasione del concerto di Sfera Ebbasta.

Ognuno veda la cosa a modo suo, ma che un’artista con più partecipazioni a SanRemo, varie esibizioni nei palchi più importanti d’Italia e un palmares ricco di premi prestigiosi si metta a fare cover Rap, dimostra l’attuale viralitàsolidità di questo genere. Tutt’altro discorso è come Dolcenera si sia appropriata della parola Trap e l’abbia riproposta senza criterio, mescolando nello stesso calderone Sfera, Drefgold, Young Signorino, Dark Polo Gang e Capo Plaza e usando il fastidioso appellativo di trapper. Ma vabbè, con sempre più persone interessate a Rap, anche la Dolcenera di turno ci sta .

By Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.