Tra le piazze più rigogliose del Rap game italiano troviamo Genova, culla di nuove promesse e trampolino di lancio per chi si sta affermando. Questa città sta portando un’ampia varietà musicale, tra artisti mainstream in testa alle classifiche ed una scena emergente in continuo fermento. Ma non fermiamoci alle prime luci del duomo, perchè il centro storico di Genova è uno tra i più grandi d’Europa e le sorprese sono dietro l’angolo. Tra il dedalo di vicoli del capoluogo ligure troviamo Nader Shah, uno dei progenitori dell’Hip Hop genovese che in questo ultimo periodo ha riscoperto una nuova vita musicale.

Il rapper di origini persiane torna a rappare alla fine del 2016, dopo un periodo di stop per motivi legati soprattutto alla giustizia. Si presenta con “ANader Level 2”, un mixtape ricco che permette all’artista di riallacciare il rapporto con i propri fans. Soddisfatto del successo ottenuto l’artista prosegue poi con “Portoria”, un nuovo progetto condito da vari videoclip, come quelli dei singoli “Forte” e “Indoratori” che fanno da manifesto ad una nuova forma di cantautorato.

Se è vero il detto che “l’appetito vien mangiando”, bhe allora Nadì ne è l’esempio lampante. La caratteristica principale di questo suo nuovo percorso musicale, oltre al suono ricercato, è infatti la continuità. Nel 2018 il rapper pubblica quattro mixtape e vari singoli solisti: “Me Ne Fotto Del Mixtape”, “Solamente Nadì”, “AL3-Atto I” e “Sogni Di Strada” (in collaborazione con Ill Rave) sono un susseguirsi di materiale da ascoltare, apprezzare nella sua genuinità e analizzare. La cosa che più lascia stupiti della rinascita di questo artista è che proprio lo stesso Nader comunicò di voler lasciare la musica, non prima però di droppare 80 canzoni. Inoltre nuovi progetti sono già in via di pubblicazione, tra questi “AL3-Atto II”, in uscita il prossimo 10 Ottobre, di cui sono disponibili alcuni estratti sul canale YouTube dell’artista.

La squadra dell’ “FC Drilliguria” ha visto la sua bandiera in panchina per troppo tempo, ma Nadì è la dimostrazione che uno dei punti base per approcciarsi al Rap è la costanza. Il 2018 è stato il suo primo campionato dopo “l’infortunio”, i risultati si sono visti e la forma fisica sembra ritrovata: che il 2019 possa essere l’anno giusto?

By Manuel Rabuzzi

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.