Il Venerdì è da sempre il giorno più prolifico per il mondo della musica. Come consuetudine infatti, prima del week end, gli artisti pubblicano i loro nuovi progetti, che si tratti di un singolo o ancora di un album ufficiale. In particolare, quello appena passato è stato un Venerdì da segnare sul calendario, specialmente per la scena Rap italiana. Tra le tante uscite in occasione dell’ultimo “sacro venerdì”, spiccano due collaborazioni internazionali da prima pagina: “Pablo remix” made in Sfera Ebbasta e “Dope 2” targata Emis Killa.

Il rapper di Cinisello torna con una nuova versione di “Pablo”, singolo rilasciato questa estate in collaborazione col producer giamaicano Rvssian. Già ben oltre i 28 milioni di streaming, la traccia si aggiorna con un remix dal sapore a stelle e strisce. Per l’occasione Sfera ha infatti invitato Rich The Kid, Moneybagg e Lil Baby, un trio di rapper americani da perderci la testa. Col primo Dexter aveva già realizzato un feat nel suo ultimo album “Rockstar”, sfornando l’apprezzata “20 collane”. È invece la prima volta che SferaMoneybagg pluggano sulla stessa base, col rapper di Memphis che aveva spoilerato la sua strofa in un video su Instagram. Chiude il cerchio Lil Baby, un colpo da novanta considerata la viralità di cui gode attualmente il giovane classe ’94, dopo la recente uscita di “Drip harder” con Gunna.

Emis Killa è invece uscito col suo quinto album ufficiale “Supereroe”. Composto da 13 singoli, il progetto vede le collaborazioni tricolori di Gemitaiz, Vegas Jones, Carl Brave, Guè Pequeno e Capo Plaza, più la star internazionale 6ix9ine assieme al fratello di Brooklyn PashaPG. La collabo aveva già scaldato i fans il giorno del suo annuncio, del resto 6ix9ine da mesi è il nome più in hype del momento. Stando a quanto raccontato da Emis ai microfoni di Radio 105, sarebbe stato lo stesso PashaPG a voler collaborare col rapper di Vimercate. Ecco le sue parole:

La richiesta mi è arrivata da PashaPG che è il rapper che aveva già il pezzo con 6ix9ine. Lui mi ha chiesto se volessi farne parte, è andata così. Poi io in realtà ho fatto cambiare la base del pezzo, infatti esistono due versioni del brano. Una è quella di PashaPG, l’altra è quella bella, diciamo ufficiale, che ho messo nel mio disco in modo tale da poterla proporre al pubblico italiano. In realtà io ero presente anche nella prima versione del brano, quella dove ora figurano solo PashaPG e 6ix9ine, ma gli ho fatto togliere la mia strofa prima che la pubblicassero, perché non mi piaceva il beat. Fa ridere se ci pensi, ho fatto togliere una mia strofa da un pezzo con 6ix9ine

Sia “Pablo remix” che “Dope 2” sono due singoli di ottima fattura, entrambi pronti a conquistare le classifiche discografiche. Ma di questo Venerdì internazionale ci piace valutare anche un altro aspetto. Se qualche anno fa uno scenario simile sembrava distante, ora tutto appare più nella norma. Dire che la collabo d’oltreoceano sia diventata prassi sarebbe esagerare, ma l’iniziale stupore nel vedere feat del genere sta piano piano sparendo. In altre parole, siamo davanti all’ennesimo attestato di crescita della scena Rap italiana, che continua ad alzare l’asticella di giorno in giorno, step by step. Sono segnali che fanno ben sperare per il futuro: magari presto saranno gli americani a vivere un Venerdì di musica dal sapore tricolore.

By Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.