Da quando il Rap ha avuto la sua esplosione mediatica in Italia, oltre all’affermata trinità Milano-Roma-Napoli, i riflettori hanno cominciato a far luce anche su altre piazze meno storiche. Tra le realtà recentemente più prolifiche si è sicuramente contraddistinta Vicenza, culla del collettivo Sugo Gang. Originariamente formato da Mambolosco, Nashley, Edo Fendi e Kerim, il gruppo si è fatto notare hit dopo hit. Del quartetto Nashley è l’unico che finora ha droppato un album ufficiale, lo scorso Venerdì è uscito infatti “Real”.

Il progetto corona alla grande il primo capitolo della carriera di Nashley, aprendone uno nuovo con la firma di solista. Il ragazzo negli ultimi due anni si è fatto le ossa a suon di singoli, spesso e volentieri assieme alla Sugo Gang, collettivo col quale si è contraddistinto creando la propria cerchia di pubblico. Traccia dopo traccia è andato a comporsi l’identikit del rapper vicentino, capace di abbinare alla tecnica nel rappare e nello scrivere, anche flow e musicalità. Singoli come “Amerika”, brano che anticipa l’album, mostrano a pieno quanto detto, tra strofe ben rappate intervallate da un ritornello cathcy che cattura subito l’attenzione dell’ascoltatore.

Rafforzato da questo lungo percorso denso di uscite, Nashley ha ora preso la via solista, uscendo pochi giorni fa col suo primo album ufficiale “Real”. Composto da 10 singoli, il progetto vede la collaborazione dei fratelli Danien & Theo, il feat di spessore con Guè Pequeno e il solito Mambolosco, a bissare i successi raggiunti con “Come se fosse normale” e “Me lo sento”. Anche per quanto riguarda il sound il ragazzo di Vicenza ha fatto le cose in grande affidandosi quasi in toto a Nardi, ormai una sicurezza, ma anche al talento di Dogozilla Kid Caesar. Figura anche una strumentale di Danien in “Supercar”.

“Real” conferma quelle che sono le potenzialità di Nashley, qualità già emerse nel passato con la Sugo Gang, ma ora più affinate ed esaltate da un progetto interamente suo, concepito secondo il suo modo di fare arte. Non stupiamoci allora se presto sentiremo pompare questo disco in giro: ora che Vicenza si è fatta un nome ed ha i riflettori addosso, Nashley non ha certo intenzione di restare a guardare.

By Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.