Per i fans è proprio questo il momento della rinascita: “Come Over When You’re Sober Part 2” è il secondo lavoro del giovane emo-rapper deceduto circa un anno fa. In uscita postumo il 9 novembre 2018, l’album comprenderà 11 tracce, dal gusto tipicamente “peepiano”, caratterizzato da sonorità tetre, cupe, parole forti, temi pesanti e delicati come la depressione, l’uso di droghe e le relazioni passate. Più volte definita “diabolicamente melodica”, la musica del giovane Gus ha impressionato e colpito sempre di più il pubblico, il quale non ha fatto altro che appassionarsi alla sua figura tormentata e difficile, bramando continuamente le sue uscite.

Ad ufficializzare le cose è la madre di Lil Peep che, lo scorso 18 ottobre, ha pubblicato sul profilo Instagram del figlio un post con la futura copertina dell’album e del vinile: “È proprio quello che tutti noi avremmo potuto aspettarci da Gus” – scrive – “Grazie a Smokeasac per aver messo il cuore e la sua anima in tutto ciò per questi mesi. L’arte di Gus è una parte essenziale dell’album. È un piacere poter vedere i suoi disegni così colorati e divertenti sul disco in vinile e su altre versioni fisiche. Credo che il vinile sia decisamente stupendo. È stato disegnato e preparato con cura e passione“.

Due giorni prima però, vale a dire il 16 ottobre, sul profilo del rapper viene pubblicato un post ritraente una cassetta rosa con un’etichetta bianca sopra, dalle scritte che anticipavano la conclusione della registrazione dell’intero album, avvenuta lo scorso 14 settembre.

A dare un primo assaggio dell’ultimo lavoro di Gus è “Cry Alone”, traccia uscita il 16 ottobre accompagnata anche da un video diretto e registrato da Max Beck, il quale confessa di aver girato le riprese quasi per caso, nel maggio 2017, colpito da un tweet scritto da Lil Peep verso l’1 di notte, dove chiedeva se qualcuno avesse voluto portarlo a mangiare da McDonald’s. Proprio quella sera, dopo una lunga chiacchierata, i due decidono di dare vita a un possibile music video. È dall’affinità e dalla complicità dei due che nacque questo progetto per “Cry Alone“.

Sarà una conferma o una riscoperta? Ritroveremo il Lil Peep di “Awful Things“? Non resta altro che aspettare il 9 novembre.

By Anna Salvetti

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube