Dall’uscita dei primi estratti di “XDVR” ad oggi, quella di Sfera Ebbasta è stata una carriera costantemente in crescita. Step by step il rapper milanese ha infranto ogni record, allargando a macchia d’olio il proprio pubblico. Un fenomeno che non riguarda esclusivamente l’Italia, ma anche il resto d’Europa, dove il classe ’92 è conosciutissimo e ha già messo in piedi due tour tra Parigi, Londra e le altre principali capitali. A testimonianza di ciò, lo scorso Ottobre Sfera è stato certificato disco d’oro con “Rockstar” anche in Svizzera. Quale sarà allora il prossimo passo?

Sfera Ebbasta può diventare un peso massimo anche in Sud Marica, basti pensare alle collaborazioni con Duki, Khea, Lary Over, J Balvin e il possibile feat con Bad BunnyPer capirlo è necessario fare una premessa. Il perché questo artista funzioni anche fuori dal territorio nostrano passa da più fattori. Tra i tanti spicca la sua tendenza a collaborare con molteplici artisti esteri. Già dopo “XDVR” fu ospitato nell’album di debutto di SCH, uno dei maggiori esponenti del Rap francese, ma questo è solo uno dei tanti esempi. Infatti, dopo svariati featuring con i colleghi europei, con il suo ultimo album “Rockstar” Sfera ha alzato ancora l’asticella, ospitando nel progetto due pesi massimi a stelle e strisce come Quavo e Rich The Kid, più il portoricano Lary Over.

Nonostante abbia fatto molto più hype la collaborazione con Quavo, al suo pari quella con l’artista sudamericano ha gettato le basi per il probabile nuovo passo della carriera di Sfera Ebbasta. A questo feat è seguito infatti quello con J Balvin in “Machika RMX” e successivamente la doppia collaborazione con gli argentini Khea e Duki in “Cupido RMX”, estratta dalla riedizione “Popstar”. Si delinea così una chiara tendenza a volersi avvicinare al pubblico sudamericano, un’ipotesi che trova conferma anche nella scelta di riadattare la propria strofa di “Cupido” in lingua spagnola.

Quale sarà allora il prossimo passo della carriera di Sfera Ebbasta? Partito da Cinisello, dopo aver conquistato Italia e Europa, il viaggio del rapper prosegue verso il Sud America, dove punta a diventare un peso massimo. I requisiti ci sono tutti, a partire dalla qualità di hitmaker, passando per la continua voglia di rinnovarsi e sperimentare, fino ad un’estetica fresca e provocatoria (fattore non fondamentale, ma che gioca a suo favore). Del resto la Rockstar quando vuole sa fare la Popstar e il Sud America sembra proprio pronto a tingersi di tricolore.

By Samuele Chiusano

Segui HipHopTender su FacebookInstagram Youtube.