Tutte le evoluzioni di Achille Lauro

Da Barabba Mixtape al palco di Sanremo e la benedizione di Vasco Rossi.

Achille Lauro è uno degli artisti meno inquadrabili della scena musicale italiana. Nel corso degli anni si è sempre distinto per la sperimentazione cambiando pelle continuamente e mantenendo sempre il suo ormai iconico stile.

Lauro iniziò la carriera nell’underground del Rap romano con i mixtapeBarabba” e “Harvard”, due progetti crudissimi che con le loro storie lo resero fin da subito una delle realtà più schiette e real del 2012. Brani come “Il giorno del ringraziamento” e “Giovani Crimini” erano street hit incredibili per il tempo, tanto da attirare l’attenzione di Marracash e Shablo che lo incorporano nel roster di una neonata Roccia Music. Nel 2014 arriva l’esordio di Lauro nella nuova etichetta con il progetto “Achille Idol Immortale”.

Il progetto riscuote i favori della critica con un Rap grezzo e futuristico allo stesso tempo. Lauro e il suo flow strascicato diventano tra gli argomenti più chiacchierati tra gli appassionati. L’anno successivo pubblica “Young Crazy EP”, progetto che anticipa il nuovo album “Dio C’è”. È il 2015 e Achille fa il disco più sperimentale dell’anno con contaminazioni di Trap, elettronica e ambient.

Quello sarà l’ultimo progetto per Roccia Music, infatti dopo una serie di singoli tra cui “Wow”, “Cenerentola” e “Miami Beach” il rapper fonda “No Face Agency”. Con la sua nuova etichetta indipendente, Lauro pubblica l’album “Ragazzi madre” nel 2016, proseguendo la ricerca musicale intrapresa negli anni con Boss Doms.

Il 2018 viene battezzato da “Pour L’Amour”, album con cui Achille si toglie definitivamente l’etichetta di rapper e crea un nuovo genere, dal molti definito “Samba-Trap”. Arriviamo così al 2019, anno in cui Lauro partecipa alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Rolls Royce”, singolo che anticipa “1969”: un album rock che riscrive le regole della musica italiana e viene approvato, tra gli altri, da una leggenda come Vasco Rossi.

Che ne pensate dell’evoluzione di Achille Lauro? Qual è la vostra versione preferita? Ditecelo nei commenti e iscrivetevi al canale per non perdervi i prossimi video.

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud