Non c’è bisogno di molte presentazioni per questo artista. Peppe Soks formava insieme a Capo Plaza il dynamic duo che nel 2016 scosse la scena salernitana e non con il progetto di coppia “Sulamente nuje”. Da quel momento se per Capo Plaza si sono aperte le porte del mainstream italiano, Peppe ha continuato in modo graduale il suo percorso di crescita passando per collaborazioni, il progetto “Secret Tape” e gli esplosivi singoli del 2018 come “Liberty”, “Tmax” e “Non sei di qua”. Il giovane rapper ha creato attorno a sè l’hype e la curiosità giusti nel momento giusto e adesso nel 2019 ha deciso di pubblicare il suo esordio discografico: “Riparto da me”. Abbiamo deciso di contattarlo per fargli alcune domande sull’album ma anche su Salerno e i suoi piani per il futuro.

  • Ciao Peppe Soks, finalmente è uscito “Riparto da me”. Quanto hai atteso questo momento e quali sono le sensazioni?

Ciao ragazzi, grazie per l’invito. Ho iniziato a scrivere “Riparto da me” a novembre 2018 e anche se è stato prodotto in pochissimi mesi ho cercato di mettere nero su bianco tutto il mio percorso artistico che oggi è decennale. Emotivamente sto vivendo un bel periodo, ho un ottimo team che mi sostiene e i miei fan mi trasmettono un energia indescrivibile che percepisco dai live e dagli ascolti.

  • Perchè la scelta di questo titolo?

Non mi sono mai concentrato al 100% sulla mia musica perché ho sempre pensato ad altro e agli altri, nel momento in cui sono riuscito a liberare la mia mente da energie negative è ripartito alla grande il mio percorso, da questo nasce “Riparto da me”.

  • Quanto e come sei cambiato negli ultimi anni? Che tipo di esperienza credi aver accumulato nel settore da quando hai iniziato ad oggi?

Sicuramente il fatto di aver iniziato molti anni fa mi ha avvantaggiato, perché ho avuto la fortuna di vivere diverse esperienze e diverse generazioni del Rap italiano. Penso di essere pronto per qualsiasi palcoscenico e pubblico. Non ho fatto la gavetta, ho fatto due gavette.

  • Quanto tempo hai lavorato al progetto e qual è stato il team che ti ha seguito?

La fine dell’estate 2018 non è stato un bel periodo per me, sia musicalmente che emotivamente; non avevo un posto in cui potessi mettere insieme le mie idee e concretizzare un qualcosa di serio. Qualche mese dopo conobbi Janax, dal primo giorno in cui sono entrato nel suo studio si è creato subito un feeling pazzesco, è nata una vera e propria sinergia. Per chiudere il disco ci sono voluti su per giù 4 mesi, il lavoro ovviamente e stato curato nei minimi dettagli dal mio Team di sempre: Alessandro Raimo e Mauro Sessa (ARMS Empire).

  • Come avete trovato il sound giusto? Cosa cercavi?

Ti dico la verità, a mio parere il disco non presenta un sound uniforme, ma abbiamo cercato di creare un disco completo, mettendo insieme diversi stili musicali.

  • Quali sono stati i brani più difficili da realizzare e perchè?

Non ho avuto particolari difficoltà nella realizzazione di nessun brano, perché è un disco molto spontaneo che racconta le mie reali esperienze e il mio reale pensiero.

  • Come hai scelto le collaborazioni e come si sono sviluppate poi concretamente?

Le collaborazioni sono nate in modo molto semplice, ho voluto inserire persone che rispetto sia musicalmente che come persone. Il mio amico di bevute Speranza non poteva mancare (ride ndr).

  • Quanto e cosa ha da dare Salerno alla scena Rap italiana?

Saliern e sul a mia pecche l’avit abbandunata.

  • Abbiamo visto che spesso parli di Oriot, un giovanissimo ragazzo di Salerno, è la tua scommessa?

In realtà è il pupillo del mio manager Alessandro Raimo, che lo sta facendo crescere sano e forte. Invito tutti a supportarlo perché davvero merita.

  • Stai già preparando un tour di date? Cosa provi durante i live e che tipo di pubblico hai?

Dall’inizio dell’anno ho già fatto circa 30 date e presto ne usciranno di nuove. Durante i live l’energia che provo è indescrivibile. Anche se sono sui palchi da quando ero molto piccolo, è sempre bello come la prima volta.

  • Abbiamo visto che stai lavorando al merch, cosa stai preparando?

Restate connessi sul mio profilo.

  • Usciranno degli inediti durante l’estate? Cosa possiamo sapere a riguardo?

Ci vediamo a fine luglio.

Ascolta il nuovo album di Peppe SoksRiparto da me” su tutte le piattaforme streaming. Trovi alcuni estratti anche sulla nostra playlist Spotify HIPHOPTENDER RADIO.

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud