Lil Goblo e Kimyo pubblicano “Stonehenge” sul nostro canale

I due due rapper da SoundCloud sbarcano su YouTube con un video su HIPHOPTENDER.

Lil Goblo è un rapper bresciano di 19 anni. Inizia ad approcciarsi alla musica nel 2013 trovando la sua identità artistica nel 2016 quando inizia a registrare, mixare e masterizzare da solo i suoi brani, iniziando anche un percorso come beatmaker. Inizialmente chiamato Yung Goblin, il giovane rapper inizia a pubblicare musica su SoundCloud uscendo con 5 progetti: “FreeGoblin(2016), “Fuori(2017), “Sora” e “gblnvr (2018), quest’ultimo prodotto da Nevro, e il mixtapeQuest’anno(2019). Lil Goblo è una delle giovani sensation del SoundCloud Rap italiano ed è fuori ora col video di “Stonehenge”, insieme a Kimyo, in esclusiva sul canale HIPHOPTENDER.

  • Ciao Lil Goblo, come ti sei appassionato a questo genere? Con quali artisti sei cresciuto?

Ayy. Mi sono appassionato a questo genere fin da piccolo, grazie a mio padre che in macchina ascoltava molta musica dei Cypress Hill, ma anche molti gruppi Rock trasmettendomi diverse influenze. Principalmente ho ascoltato per molti anni soltanto Rap italiano, appassionandomi solo successivamente al Rap americano, ma gli artisti con cui sono cresciuto sono Marracash e Bassi Maestro, ma anche i Linkin Park.

  • Cosa ne pensi della scena SoundCloud italiana? Con chi senti di avere una connessione artistica?

Il primo pezzo che ho pubblicato su SoundCloud è di quasi quattro anni fa, e da quel giorno non ho mai smesso di usarla come piattaforma principale. Scoprire dopo tantissimo tempo che anche in Italia si stava creando una community su SC mi ha fatto tantissimo piacere ed ho proprio sentito il bisogno di collaborare con la maggior parre di questi ragazzi. Penso di aver sviluppato un buon feeling artistico e personale all’interno di SC con Friman, ma anche con Young Ill che però conosco da molti anni.

  • Come è nata “Stonehenge”? Che significato ha questo pezzo per te?

Stonehenge è nata completamente per caso, ho pubblicato una storia su Instagram con 15 secondi del beat, Kimyo l’ha sentita, gli è piaciuta e ci è saltato sopra. È stato il primo pezzo in assoluto con qualcuno della scena SoundCloud italiana, ed è un pezzo che mi ha fatto conoscere molte persone durante il viaggio a Roma per girare il video, per questo ne sono molto soddisfatto.

  • Come hai conosciuti Kimyo?

Appunto come detto sopra (ride ndr), ha sentito il beat e mi ha risposto ad una storia. Da questo pezzo tra l’altro è nato un EP di 5 tracce che stiamo provando a chiudere in questo periodo.

  • Come sono andate le riprese del video?

Molto bene, ci siamo affidati a Radical per le riprese e l’editing ed il risultato è stato completamente soddisfacente. Abbiamo girato a Roma assieme anche a Clay e Piccoli Spari.

  • Perchè riuscirai ad emergere nella scena?

Penso che potrei riuscire a spiccare perché mi ritengo un’artista completamente versatile. Oltre a produrre, registrare e mixare da solo i miei pezzi, posso passare dal fare una canzone cantata su una chitarra, ad un pezzo rage tutto urlato.

  • Una tua canzone che ritieni sottovalutata e perchè.

Bonus Track” prodotta da Nevro oppure “Noodles” prodotta da me.

  • Una cosa che in molti non sanno di te.

Non prendo droghe e bevo raramente, fumo soltanto.

  • Con quali artisti ti piacerebbe collaborare?

Nel panorama italiano sicuramente Tedua o Quentin40, della scena mondiale invece Playboi Carti, che considero il padre del Soundcloud Rap o Lil Soda Boi.

  • Cosa dobbiamo aspettarci dal tuo 2019? A cosa stai lavorando?

Esattamente come ho intitolato il mio ultimo progetto: “mi prendo tutto quest’anno“. Poco dopo il video uscirà il mio disco, di cui svelerò presto titolo e tracklist, ma ho molti pezzi pronti che ho riservato al resto del 2019. Mi ritengo molto soddisfatto di come ho potuto evolvere la mia musica fino a questo punto, ma spero di poter fare un’ulteriore evoluzione e soddisfare chiunque mi ascolti.

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud