J IAN fuori con “Di Notte” sul nostro canale

Il giovane rapper bolognese pubblica il suo nuovo singolo in esclusiva su Hiphoptender.

J IAN è un rapper bolognese classe ’98. Comincia il suo percorso nel 2011 con brani caricati su YouTube ormai dispersi nel web. Inizialmente chiamato “Joker” pubblica un album in collaborazione con Resi nel 2015, con vari featuring all’interno. Dopo diversi singoli nel 2016 cambia la sua identità artistica e con essa cambia nome in J IAN. Successivamente inizia a collaborare con Mr. Monkey, “Awakening” è il primo singolo prodotto da lui, seguito da “AIDS” e “Lambo”. Il rapper torna oggi con “Di Notte”, prodotto da Mavish, fuori con il video in esclusiva sul nostro canale.

  • Ciao J Ian, come ti sei appassionato a questo genere? Raccontaci il tuo percorso.

Un saluto a tutti i ragazzi di HipHopTender. È iniziato tutto quando ero ancora piccolo, la prima volta che mio padre mise una canzone con un sound che non avevo mai sentito prima, sto parlando di Eminem. Poco dopo sentii un po’ per caso in un vecchio iPod Fabri FibraMomenti No, è stato il mio primo pezzo rap e credo di averlo ascoltato in loop per 5 ore quella volta. Iniziai a collezionare tutte le discografie di tutti i rapper italiani da quel momento, e crescendo è diventato sempre di più la mia vita. Iniziai a cantare con il nome di “Joker” nel 2011 e dopo un disco e vari singoli ormai non più disponibili in nessuna piattaforma ho cambiato la mia identità artistica, da li nasce J IAN.

  • Cosa ne pensi della nuova scena bolognese? Con chi senti di avere una connessione artistica?

Sicuramente si sta muovendo qualcosa, ci sono davvero molti rapper e pochi artisti, e quei pochi si stanno facendo sentire per bene. Il vero problema di Bologna è che gli artisti sono costretti ad andare a Milano per una mancanza di mercato. Nella mia città non ho trovato qualcuno con cui sento di avere una connessione, per lo meno fino ad ora.

  • Come è nata la nuova traccia? Che significato ha questo pezzo per te?

Volevo fare un pezzo più street rispetto agli altri, sperimentando vari flow e fare qualcosa di un po’ più leggero del solito. Come mood ho provato a rappresentare l’estate in quartiere. La barra per la D’Urso glie la dedico tutta, la milf più grande d’Italia, ho pensato che se potessi fumarla sarebbe stra buona.

  • Come sono andate le riprese del video?

Il videoclip è stato interamente prodotto da ShootaG (Alessandro Galli), ringrazio i membri ZM presenti nel video per la partecipazione, ci siamo divertiti un casino. Metà sono girate in una villa a Bologna e l’altra metà in uno studio fotografico, più qualche ripresa in giro. È andato tutto liscio, c’era poca polizia in zona.

  • Perchè riuscirai ad emergere nella scena?

Stiamo lavorando sodo e bene, la costanza è fondamentale, solo il tempo darà le risposte a questa domanda.

  • Come ti stai organizzando lavorativamente, qual è il team?

Il team lavorativo al momento è composto dal mio manager, che si occupa di tutta la parte tecnica: grafica, marketing e pubblicazione. Abbiamo appena iniziato il percorso con gli altri due membri: ShootaG è il videomaker principale e Mavish è il mago delle produzioni. In ogni caso non posso non menzionare tutti i miei amici all’interno della ZM che supportano sempre.

  • Una tua canzone che ritieni sottovalutata e perchè.

Lambo“, purtroppo quel brano mi è stato rimosso per un copyright inesistente dopo solo 3 giorni dalla pubblicazione ed è ritornato disponibile dopo 2 mesi, annullando tutto l’hype.

  • Una cosa che in molti non sanno di te.

Ho avuto periodi poco continui nel mio percorso, causati da mille problemi nella vita privata che non ha senso raccontare, ho cambiato tanti collaboratori e ho provato vari studi, videomaker ecc, capendo però che la cosa migliore è costruire un team con le stesse ambizioni e una gran voglia di lavorare. Molta gente non sa che dietro a un brano fatto bene c’è comunque tanto lavoro, e basta davvero poco per far saltare tutti i progetti e ricominciare ogni volta da capo.

  • Con quali artisti ti piacerebbe collaborare?

Come emergente Mr. Rizzus in Italia secondo me ha qualcosa in più. Mi piacerebbe collaborare sicuramente con Jamil, nel nostro paese è l’unico a fare ciò che fa, ovvero il cazzo che gli pare. All’estero sicuramente Sofiane.

  • Cosa dobbiamo aspettarci dal tuo 2019? A cosa stai lavorando?

Sto lavorando a diversi singoli, i prossimi saranno prodotti da Mavish e usciranno su tutti i canali di streaming con video ufficiale, il 2019 è ancora lungo, aspettatevi delle sorprese e molto casino.

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud