Dopo il lockdown l’hip hop riparte più forte di prima. Tra le nuove uscite italiane spicca “Bataclan” di Nerone. Il singolo vanta la collaborazione di un mostro sacro come Fabri Fibra. Per il rapper classe ’91 si tratta di un vero attestato di riconoscimento alla carriera.

La prima consacrazione di Nerone nel rap game era arrivata con la vittoria di MTV SPIT, nel 2014. Non a caso Lazza lo ha recentemente definito il miglior freestyler della sua generazione. Da lì pubblica innumerevoli album ed EP, al notevole ritmo di due l’anno. L’ultimo, “Gemini“, risale al 2019. Questo raggiunge un discreto livello di ascolti. All’interno vi troviamo ospiti di spicco come Gemitaiz e Jake La Furia. L’album era stato anticipato dal singolo “Tre goal“.

Il 2020 si apre con la pubblicazione del video di “Mezza Siga“. Il brano è dedicato ad un amico venuto a mancare.  Estratto da “Gemini“, ha ricevuto ottimi feedback dalla fanbase del rapper. Tanto che oggi ha superato il mezzo milione di views su YouTube.

Successivamente Nerone è stato uno dei primi a rispondere alla Covid challenge di Emis Killa. Pubblicando vari freestyle, il rapper ha ribadito di essere poliedrico. Punchline e riflessioni sulla pandemia dimostrano capacità proprie di pochi artisti nel panorama italiano.

Il 29 aprile pubblica “DM“, EP scritto a quattro mani con Warez. Questo si rivela da subito un prodotto di spessore. Si alternano strofe più old school e banger da party, come la title track.

Il 10 maggio Nerone partecipa a “Taxi“, singolo dell’emergente italo-marocchino Mido. Qui conferma una produttività costante ad alti livelli.

Il 2 luglio comincia a muoversi qualcosa di scottante. Esce su YouTubeOh Yes Freestyle“. In questo street video il rapper milanese sfodera la sua attitudine. Alla fine del video svela il prossimo singolo in arrivo. Esso vede la collaborazione di un ospite misterioso. Nerone spiega attraverso le sue stories che è un pilastro della scena hip hop italiana.

La fine la conosciamo tutti, il 10 luglio viene pubblicato “Bataclan“. Il singolo prodotto da Funkyman è arricchito dal feat di Fabri Fibra. La collaborazione rappresenta per Nerone il coronamento di un sogno d’adolescenza. “Bataclan” si rivela una hit da club esplosiva. Tuttavia l’animo più puramente hip hop dell’artista non viene scalfito. Infatti, i due rapper citano pezzi storici della vecchia scuola nostrana come “Tocca Qui” di J-Ax, “Vida Loca” di Jake La Furia e “Rap in vena” dello stesso Fibra.

Il brano sta macinando numeri su tutte le piattaforme. Non male per essere solo l’antipasto del 2020 di Nerone.
Ricapitolando. Strofe clamorose ogni anno. Il consenso dei grandi colleghi mainstream. Insomma, il peso di Nerone nella nostra scena è sotto gli occhi di tutti. Con il prossimo progetto riscuoterà il successo che merita?

Leggi anche “Jack The Smoker ha fatto tardi?”

Scritto da Enrico Cammarata.

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud