I Santana M.O.E. si erano affermati nella scena nel 2018 con le hitBora Bora” e “C’est la vie“. Grazie ad un’attitudine indiscutibile e ad uno stile esotico si sono fatti strada nella giungla urbana di Milano.

Nel giro di un anno e mezzo rilasciano i due volumi del progetto “Giovani Danni“. In particolare, il secondo denota la stima dei colleghi nei confronti del gruppo milanese. Al suo interno partecipano due emergenti di spicco: Vaz Tè e Young Rame.

Il 24 luglio 2020 esce “Santana Mafia Party“, l’ultimo progetto di Rei e Digio. In questo album il duo abbandona lo slang latineggiante in favore di un gergo street, figlio della West Coast americana. Dalla corrente d’oltreoceano arriva soprattutto il lifestyle a cui si ispirano. Infatti, il disco contiene vari pezzi da club che ricordano gloriosi esponenti, da E-40 a Tyga.

Anticipato da due singoli, “Santana Mafia Party” non delude le aspettative del titolo. Il primo estratto, “Neve tutto l’anno“, è prodotto dai pluripremiati 2nd Roof. Il pezzo mostra le due facce del disco; da una parte il vissuto degli artisti raccontato a 360 gradi, dall’altra una base ritmata che porta la discoteca in strada.
L’altro singolo è “Fanculo gli sbirri“, un party banger sovversivo che richiama alla mente gli N.W.A. Da sottolineare l’emblematico “Qifsha ropt polizia” con cui esordisce l’italo-albanese Rei.

Andando ad ascoltare l’intero progetto, entriamo nel mood club fin dalla prima traccia. “Monte bianco freestyle” si rivela una potente dichiarazione di intenti sul beat scoppiettante di Young Nano Baby. Tuttavia non mancano storytelling riflessivi e personali, come “Buste – Scusa Mamma“.

Il filo conduttore che lega i brani è la cronaca di una vita difficile, tra soldi e guai con la legge. Un limbo dal quale gli artisti stanno uscendo grazie alla musica.
Spazio anche all’amore malandrino in “Business (No Cap)“, in cui i Santana raccontano il conflitto tra sentimenti e impicci.

tracklist di Santana Mafia PartyLe collaborazioni sono poche ma funzionali al completamento dell’album. Un tocco di ignoranza è apportato dall’irriverente Fuoripericash, presente con la BlooD GanG in “Già lo sai bitch“.

Infine, la sorpresa del disco è “Non tutto passa“; un inaspettato inno di speranza per tutti i ragazzi cresciuti nel disagio sociale. Un invito, quindi, a uscire dalla strada facendo ciò che si ama. Il beat crea un’atmosfera chill che si sposa con il timbro melodico di Paky Santana.

Santana Mafia Party” è un trampolino che ci catapulta dalla spericolata vita di strada alla spensieratezza del club. Gli episodi più conscious lo rendono un prodotto completo e identificativo. Poco pretenzioso nei contenuti, massiccio nella sostanza. I Santana M.O.E. possono ancora stupire.

Leggi anche “Mecna quantità e qualità”

Scritto da Enrico Cammarata

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud