In un lungo post su Instagram Emis Killa ha speso parole d’oro per Jake definendolo il suo metro di giudizio per migliorarsi. Lo ha ringraziato per averlo incoraggiato a seguire il suo sogno diventando in parte un complice dell’importante carriera musicale di Emis. Anche Jake ha descritto il collega definendolo il suo erede nella scena hip hop italiana. Al termine di questi due post è stata annunciata l’uscita del joint album17” che vedrà i due rappare insieme in un progetto ambizioso dal grande potenziale, capace di rivoluzionare e di segnare la storia del rap italiano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emis Killa 🇮🇹 👑 (@emis_killa) in data:

Emis Killa e Jake La Furia si ritrovano, perciò, a collaborare insieme dopo che i due si erano allontanati preferendo strade musicali diverse. Emis ha consolidato la sua figura all’interno della scena hip hop italiana grazie al suo ultimo album “Supereroe” del 2018, poi riproposto l’anno seguente in deluxe edition, e alle diverse collaborazioni con i rapper del momento come, ad esempio, Capo Plaza, Shiva e Lazza. Jake, invece, negli anni passati aveva preferito dedicarsi ad altro, sperimentando sonorità estive e più commerciali senza, però, abbandonare il suo lato old school. In questo ultimo periodo il rapper milanese è apparso in diversi dischi importanti come quelli di Night Skinny, Dani Faiv e Jack The Smoker. “17” risulta, quindi, una grande scommessa dei due colossi del mondo hip hop. Si tratta di una mossa pericolosa perché ha alimentato in poco tempo una grossa aspettativa nei fan dei due rapper ma, più in generale, negli amanti di questo genere. Nonostante questo, a dare ragione ad Emis e Jake ci sono alcuni joint album del passato che hanno avuto un successo strepitoso, ci basti ricordare “Santeria” di Marracash e Guè Pequeno e la lunga e proficua collaborazione tra Gemitaiz e Madman, dischi che hanno segnato la storia del rap italiano più recente. Oltretutto i due rapper hanno alle spalle diversi featuring in canzoni di successo come “Di tutti i colori”, “Non è facile” e molti altri.

Copertina di "17"

Ad alimentare l’hype ci hanno pensato nuovamente i due artisti che, poche ore fa, hanno rivelato la copertina dell’album. Sono ritratti a cavallo in uno scenario post apocalittico stile “The Walking Dead”, con sullo sfondo la Stazione Centrale di Milano. Questa immagine, probabilmente, ha l’obiettivo di ritrarre Emis Killa e Jake La Furia come alcuni dei pochi superstiti della vecchia scuola hip hop capaci di resistere alla dittatura delle case discografiche. Jake ed Emis ci hanno regalato un assaggio di come potrà essere “17” con un primo estratto dal titolo “Malandrino”. Questo rispecchia appieno il ritorno ad un rap abbastanza stereotipato ma di qualità eccelsa. Difatti Emis Killa ha confermato, in una storia Instagram, che questa canzone non ha niente di innovativo ma rappresenta il vero rap di qualità che i due possono produrre e che potremo sicuramente ascoltare nel loro disco “17” disponibile dal 18 Settembre.

Leggi anche “L’Elfo e Skinny: è il momento della Sicilia?”

Scritto da Francesco Mantovan

Segui HipHopTender su InstagramFacebookYoutubeSpotify SoundCloud